ECO: domenica 11 febbraio 2024

ECO-Domingo-11-de-febrero-de-2024-p

ECO: domenica 11 febbraio 2024

Vangelo di Marco 1,40-45:

“In quel tempo si avvicinò a Gesù un lebbroso, pregandolo in ginocchio:

– Se vuoi, puoi pulirmi.

Provando pietà, allungò la mano e lo toccò dicendo:

– Lo voglio, è pulito.

La lebbra fu rimossa immediatamente ed egli fu puro. Lo congedò, istruendolo severamente:

– Non dirlo a nessuno; Ma, per la cronaca, va’ a presentarti al sacerdote e offri per la tua purificazione ciò che Mosè ha comandato.

Ma quando se ne andò, cominciò a diffondere il fatto ad alta voce, tanto che Gesù non poteva più entrare apertamente in nessuna città; Restò fuori, all’aperto; eppure venivano a lui da ogni parte».

 

Commento:

GESÙ ATTENDE LE PERSONE, LE TOCCA

La sicurezza e la semplicità del lebbroso sono ammirevoli. Senza preamboli, e sembra che, senza alcuna “cortesia”, dica: “Se vuoi puoi pulirmi”. Sembra una sfida che il lebbroso lancia a Gesù. Non risulta il suo nome, né da dove provenga l’incurabile… Potrei essere io, tu, tutti?

Il racconto è molto conciso, non fornisce dettagli ambientali, va direttamente al punto. La richiesta è disperata: grida la sua guarigione e si mette in ginocchio! Non sembra che si tratti di un gesto di adorazione ma di riconoscimento della fama che Gesù già aveva.

Anche la risposta di Gesù è immediata, misericordiosa: “scusatevi…”. Inoltre, è una risposta tangibile: “Stese la mano e lo toccò…”

Gesù tocca la nostra “lebbra”, i nostri limiti, i nostri dolori, i nostri difetti.

E, naturalmente!, l’incertezza e il disorientamento del nostro mondo attuale…

Dopo questa azione positiva di Gesù, segue un “comando” negativo: “Non dirlo a nessuno…”. La nostra sorpresa è che il cieco non obbedisce. La gioia comanda in lui più del silenzio imposto. Lodare, comunicare e parlare del bene ricevuto fa bene agli altri! Gesù non gli rimprovera questa “disobbedienza”, ma gli consiglia cosa fare…”come Mosè comanda”. Gesù ratifica la sua convinzione: “Non sono venuto per distruggere la legge e i profeti, ma per dare loro il pieno compimento”.

COME, DOVE, QUANDO… MI AVVICINO, “TOCCO” LE PERSONE… O MI FACCIO ACCOMPAGNARE, GUIDARE…?

Mª Pilar Palacín
Missionario Clarettiano