Chi siamo Clarettiane

CHI SIAMO

La nostra Congregazione è stata fondata da Maria Antonia París e San Antonio Maria Claret a Cuba nel 1855.

 

Siamo nate nella Chiesa per essere “un Ordine nuovo, no nuovo nella dottrina, ma nuovo nella pratica”.

 

Da allora fino ad oggi abbiamo continuato la storia guidate dal loro carisma che ci sprona a vivere annunciando il Vangelo, identificandoci con Cristo e vivendo in carità fraterna, come una sola famiglia.

 

Ci chiamiamo: Religiose di Maria Immacolata Missionarie Clarettiane.

claretianas-historia
Chi siamo Clarettiane - Fondatori

FONDATORI

María Antonia París

María Antonia París

Mª Antonia París nasce a Vallmoll nel 1813. Nel 1841 entra nella Compagnia di Maria, dove rimane per nove anni. Durante questo tempo sente l’ispirazione di fondare un Nuovo Ordine, basato sulla povertà e fedeltà al Vangelo, a imitazione degli Apostoli. Aiutata da Antonio Maria Claret, Arcivescovo di Cuba, concretizza questa chiamata fondando una nuova congregazione, che nasce nel 1855 a Santiago di Cuba. Qui la prima comunità lavora per rispondere alle necessità dell’educazione della donna e dignificando la loro condizione nella società cubana di quei tempi.

Nel 1859 Mª Antonia torna in Spagna e fonda le prime comunità a Tremp (Lèrida), Reus (Tarragona), Carcagente (Valencia) e Velez Rubio (Almeria).

 

Muore il 17 gennaio 1885, circondata dalle sorelle della comunità di Reus, dove la sua salma riposa nella cripta della cappella.

 

Il 23 dicembre 1993, Giovanni Paolo II proclamò l’eroicità delle sue virtù è considerata Venerabile.

 

Vuoi saperne di piú su Madre París?

San Antonio María Claret

Antonio Mª Claret nasce a Sallent (Barcellona) la vigilia di Natale del 1807, in una famiglia cristiana impegnata nella fabbricazione di tessuti. A dodici anni, suo padre lo fa lavorare nei telai della famiglia e successivamente lo manda a Barcellona per perfezionarsi nell’arte della tessitura.

 

Egli però, a 22 anni lascia gli studi per entrare nel seminario di Vic. Dopo l’ordinazione sacerdotale viene inviato a predicare nella Catalogna e in tutta la Penisola come missionario apostolico. Una menzione particolare va fatta all’attività pastorale nelle isole Canarie, dove ancora è ricordato e venerato.

San Antonio María Claret

Il 16 luglio del 1849, nel seminario di Vic, fonda la Congregazione dei Figli del Cuore Immacolato di Maria. Pochi giorni dopo viene nominato Arcivescovo di Cuba, dove si impegna in una grande attività pastorale.

 

Il 25 agosto del 1855, insieme a M. Mª Antonia Parìs, fonda le Religiose di Maria Immacolata Missionarie Clarettiane

 

In seguito alla nomina quale confessore di Isabella II, nel 1857 torna a Madrid, da dove nel 1868 fugge esiliato in Francia. Partecipa al Concilio Vaticano I e muore a Fontfroide il 24 ottobre del 1870. Pio XII lo canonizzò nel 1950 e la sua alma riposa a Vic.

 

Vuoi saperne di piú su Padre Claret?

Mujeres Claretianas hoy
Essere clarettiana oggi è un modo concreto di essere donna, cristiana, consacrata e missionaria. Siamo chiamate ad essere donne di fede, amichevoli, umane e con uno stile di vita semplice.

 

Siamo donne di Chiesa e per la Chiesa, aperte a tutti senza distinzione, suscitando il desiderio di conoscere, amare e servire Gesù e annunciare il Vangelo lavorando con gli altri in tutto il mondo.

 

Siamo donne fraterne, che vivono per la missione, con una chiara identità clarettiana, al servizio di ció che é piú “urgente, opportuno ed efficace”, attente ai segni dei tempi, nella missione universale, ..

 

Siamo chiamate ad essere discepole contemplative nell’azione, in un incontro personale con Gesù, che trasforma il nostro sguardo e i nostri sentimenti davanti alla realtà dei fratelli.

 

Siamo chiamate a vivere con gioia e coerenza i consigli evangelici di povertà, castità e obbedienza.

 

Siamo chiamate a vivere in comunità aperte, oranti, accoglienti e multiculturali che favoriscano la crescita personale e la diversità, costruendo la fraternità come “Una sola famiglia e un solo cuore”.

 

La nostra vocazione evangelizzatrice ed educativa, fin dall’inizio, ci ha configurato a camminare insieme a bambini, giovani e adulti in diversi ambiti (educazione, parrocchie, progetti apostolici) e luoghi. Dove siamo, cerchiamo di metterci in gioco con creatività e audacia nella realtà in cui siamo immerse, soprattutto a favore dei più poveri ed esclusi.

 

Essere clarettiana oggi è un invito a “RENDERE FACILE IL CAMMINO PER INCONTRARE  GESÙ”.